Oggi abbiamo deciso di svegliarci presto , pronti per una nuova giornata. Faccio colazione con  la mia solita tazza di yè-yè (un specie di nescafè che si beve alle maldive) e un po’ di masshuni (uno spuntino salato fatto da piadine con un misto di tonno, cipolle, cocco e spezie), sembra un abbinamento un po’ strano ma non è affatto male.

Questa mattina il  cielo è limpidissimo e  il sole mette in risalto tutte le sfumature  e i colori di blu che il mare riesce a regalarci . Ci dirigiamo verso il Dhoni con Adam e Hassan due ragazzi locali ,  saliamo sulla barca dirigendoci verso  bank sand , una lingua di sabbia senza palme, senza alberi , con dei cespugli verdi  che non ci riparano certo dal sole. Non c’e’ problema, ci organizziamo con 3 pali e un telo per fare un po’ di ombra. L’isola si trova a circa 20 minuti da thulusdhoo. Il viaggio  con il dhoni (nome del barchino in maldiviano)è sempre piacevole  ci si può distendere  distendere per prendere il sole oppure guardare il panorama  e che qualche volte incrociare con lo sguardo le pinne dei delfini.

Piano piano ci avviciniamo e l’isola diventa sempre più incredibile. Facciamo un sacco di foto mentre ci avviciniamo, poi il dhoni si ferma. Siamo nel mezzo dell’oceano, in un  piccolo isolotto che di solito vediamo nei cataloghi di viaggi. La barca ci lascia a circa 20 metri dall’isola, perchè l’acqua è troppo bassa. Scendiamo dalla barca, lasciando le infradito nel dhoni e prendendo solo le cose indispensabili: maschera, pareo e crema protezione 30.Sembra un sogno, l’acqua che circonda l’isola è bassa e cristallina, pochi metri più avanti, diventa blu profondo . In questo periodo il mare è una tavola, sembra quasi un lago e non si sente neanche il rumore delle onde. Giriamo l’isola in 5 minuti e facciamo foto ad ogni angolo. Poi decidiamo di fare il bagno, ci distendiamo sulla sabbia e ci lasciamo cullare. Dopo un po’ decidiamo di mettere la testa sott’acqua… la barriera è bella, c’è un po’ di corrente e ci sono dei bellissimi coralli azzurri che ci sorprendono .La cosa più affascinante di questa lingua di sabbia è che si trova nel mezzo dell oceano al di fuori della barriera e viene fuori dall’acqua solo con la bassa marea. Con l’alta rimane completamente coperta e sommersa.

 

10448881_650570101722656_667255240_a 10917301_10153011409227878_645797891570306674_n10353724_10153011409257878_2942210271056957612_n 10253744_10153011409087878_3760461959802846329_n

Una giornata a Sand Bank
Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *